Home » Letti anche per voi » Il pensiero sistemico in medicina

Il pensiero sistemico in medicina

Il pensiero sistemico in medicina - Il medico comunica

È sempre più evidente che per affrontare efficacemente il futuro è fondamentale imparare a capire e gestire  le connessioni: è ciò che fa il pensiero sistemico. E in ambito medico?

 

Il pensiero sistemico ha da tempo un ruolo importante in psicologia e nella psicoterapia, ma da qualche anno si comincia a parlarne anche in altre aree mediche.

La medicina sistemica è diversa dalla tradizionale medicina occidentale iperspecialistica, dove spesso il paziente è rimbalzato da uno specialista all’altro, ed è altrettanto diversa da alcune medicine alternative, che a noi occidentali rimangono spesso incomprensibili.

In un certo senso la medicina sistemica prende il meglio dei due mondi: il paziente viene visto e curato come un sistema complesso, in cui gli organi sono in totale relazione tra loro, e facente parte di sistemi: sappiamo bene che l’ambiente, il cibo, le relazioni familiari, il benessere psicologico … sono tutti elementi che influenzano la salute. Il pensiero sistemico e gli studi di neurofisiologia ci danno le basi per comprendere e gestire tutto questo.

E di medicina sistemica si parla sempre più spesso.

A me sembra che la medicina sistemica non sia ancora definita in maniera univoca, però trovo estremamente importante che se ne cominci a parlare. Per questo vi segnalo un sito italiano AIMES – Associazione italiana di Medicina Sistemica, e continuerò a segnalarvi in futuro altri siti ed altri articoli sull’argomento.

http://www.medicinasistemica.it/