Home » Articoli » Il medico e le frustrazioni professionali

Il medico e le frustrazioni professionali

Il medico e le frustrazioni professionali - Il medico comunica

In questo periodo sono tante per tutti le frustrazioni professionali. E anche chi esercita la professione medica ne subisce parecchie.

 

Finite le vacanze, si ricomincia. E in pochi giorni riconosciamo i vecchi problemi, i benefici delle ferie svaniscono, le frustrazioni riprendono spazio, anche più di prima.
Vi riconoscete?

Proviamo, quest’anno, a limitare il fenomeno. Perché, credetemi, qualcosa si può fare. Come dicono i medici saggi … prevenire è meglio che curare.

Quindi è opportuno agire durante le vacanze, o appena rientrati, prima di ricadere nelle vecchie abitudini e nella routine quotidiana.

Cosa fare? Può sembrare paradossale, ma uno degli elementi fondamentali è cambiare alcune piccolissime abitudini. Perché le frustrazioni, come il colesterolo, si combattono soprattutto nelle piccole cose.

Sorridere, apprezzare ogni piccola cosa bella o piacevole (il pane appena sfornato, un fiore, un buon caffè …) e darsi quei pochi secondi necessari per apprezzarle.

E poi ci vuole un sogno, un progetto, qualcosa di affascinante da apprendere o da realizzare. Che ne dite di studiare un po’ di tecniche di comunicazione o di gestione?